CUBA - Pueblo Nuevo

As the famous Malecon esplanade divides and unites Havana from the ocean, it also acts as a place for the city’s citizens to meet, to play, to discuss and to be alone. It is an open air theatre that constantly performs. Behind it rises downtown Vedado which with its pastel-coloured skyscrapers and angularity seems something of an abandoned Miami viewed through a kaleidoscope in the 50s. A motionless cabaret. The vices of bon viveurs of a bygone age lie within the buildings while the eyes of young Cubans fall on the unreachable shores of Florida. The images try to melt architecture, humanity, theatricality and dreams as expressed by the Cuban-born Italian writer Italo Calvino in Invisible Cities: “With cities, it is as with dreams: everything imaginable can be dreamed, but even the most unexpected dream is a rebus that conceals a desire or, its reverse, a fear. Cities, like dreams, are made of desires and fears, even if the thread of their discourse is secret, their rules are absurd, their perspectives deceitful, and everything conceals something else.”

A l'Avana, il famoso Malecòn separa e ripara la città dall'oceano e diventa al contempo luogo d'incontro, gioco, dibattito e solitudine per i suoi abitanti. Un teatro a cielo aperto in costante opera. Dietro di lui il Vedado che, con i suoi grattacieli color pastello e pieni di rughe, ricorda una Miami abbandonata in un immaginario caleidoscopico anni 50. Un immobile cabarèt. Questo lavoro scattato tra gli edifici culmine dei vizi dei viveur della vecchia capitale e gli occhi verso una Florida irraggiungibile dei cubani di oggi, è un tentativo di fusione tra architettura, uomo, teatro e sogno, come ben incarna, ne Le Città Invisibili, lo scrittore italiano Italo Calvino, nato a Cuba nel 1923 : "E' delle città come dei sogni: tutto l'immaginabile può essere sognato, ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio, oppure un suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del desiderio è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un'altra."

http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_burlottic09.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova7as.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova55.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova82.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova62.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova9s.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova3as.jpg
http://www.bclaudia.com/files/gimgs/25_prova10s_v2.jpg